Calendar

maggio 2011
giugno 2012
maggio 2013
giugno 2013
settembre 2013
ottobre 2013
novembre 2013
dicembre 2013
gennaio 2014
febbraio 2014
marzo 2014
aprile 2014
maggio 2014
giugno 2014
luglio 2014
agosto 2014
settembre 2014
ottobre 2014
novembre 2014
dicembre 2014
gennaio 2015
febbraio 2015
marzo 2015
aprile 2015
maggio 2015
giugno 2015
luglio 2015
agosto 2015
settembre 2015
ottobre 2015
novembre 2015
dicembre 2015
gennaio 2016
febbraio 2016
marzo 2016
aprile 2016
maggio 2016
giugno 2016
novembre 2016
dicembre 2016
gennaio 2017
marzo 2017
aprile 2017
maggio 2017
giugno 2017
luglio 2017

Music

Adaptors
Anno:2011
Durata:00:00:00
Supporto:
Cosmic Sound: Another flying trip…
Anno:2011
Durata:00:00:00
Supporto:CD

Biography

palabam-mantova-daniele-baldelli.jpg

DALLA BALERA ALLA DISCOTECA, DAL LENTO ALLO SHAKE, DALL’ORCHESTRA AL DISC-JOKEY.

Daniele Baldelli, uno dei primi dee-jay italiani, si racconta e ci svela i segreti di un’epoca.

Prima degli anni settanta non esisteva la discoteca. Nelle sale da ballo regnava la musica dal vivo. Successivamente, si iniziano a ballare i dischi, in alternativa o come pausa musicale delle orchestre. Ecco esordire i primi dee-jay. Dovevano “metter su” i dischi, semplicemente uno dopo l’altro. Sarà più avanti che riusciranno a sovrapporre uno o più brani, mixare i pezzi…..esprimendo la propria abilità. Diventeranno artisti capaci di giocare con i dischi, anche magistralmente, divulgando tutto il loro sapere. Investendo nella ricerca musicale e nella tecnica. Avventuriamoci insieme in questo affascinante viaggio alla scoperta di una professione che ha fatto storia. Continua…

 

From the public dance hall to the disco, from the smooch to the shake, from the orchestra to the deejay.

Daniele Baldelli, one of the first Italian deejays, talks about and reveals the secrets of an era.

Before the 1970s, the disco didn’t exist. In the dance hall, live music reigned. Afterwards, people started to dance to records as an alternative or as a musical break for the orchestras. Here, we saw the birth of the first dee-jays. They had simply to put on one record after another. It will only be later on when they are able to superimpose one or more pieces, mixing songs … expressing their own ability. They will become artists skilful at playing with records, reaching a very high standard, divulging all their musical expertise and knowledge. Investing in musical research and techniques. Let’s venture together, on this fascinating journey of discovery in a profession that has made history. Continue…

 

Press

agosto 2010
febbraio 2009
aprile 2008
dicembre 2007
settembre 2005
aprile 2005
settembre 2002

Contact

Il tuo nome *

La tua email *

Oggetto

Il tuo messaggio

privacy *